Home

Elizabeth Holmes e la rivoluzione in medicina

Elizabeth Holmes è una giovane imprenditrice intenzionata a rivoluzionare la medicina.

La trentenne Elizabeth Holmes, fondatrice e CEO di Theranos, laboratorio medico altamente tecnologico, è al 3° posto della classificata di Forbes riguardante le persone under 30 più influenti e ricche del mondo.

Sarà grazie ad Elizabeth Holmes che la nostra paura per il prelievo del sangue e l’attuale concezione di questa procedura sparirà.

Elizabeth Holmes nata a Washington nel 1984 ha avuto due brillanti genitori. Suo padre ha girato il mondo e ricoperto numerose cariche per conto dell’agenzia governativa USAID e la madre ha fatto parte dello staff del Congresso degli Stati Uniti d’America. Il lavoro del padre ha dato la possibilità a Elizabeth di trascorrere l’adolescenza in Cina, dove Elizabeth ha imparato la lingua cinese.

Elizabeth-Holmes-bisnonnoNonostante la famiglia abbia ricoperto importanti cariche istituzionali, Elizabeth sembra essere stata influenzata dalla carriera del bisnonno Christian R. Holmes, chirurgo, ingegnere, inventore e veterano della prima guerra mondiale. Il bisnonno, originario della Danimarca è stato anche rettore dell’Università di Medicina del Cincinnati.

Elizabeth, fortemente ispirata dalla figura del bisnonno decise di studiare medicina e si accorse fin da subito di aver paura degli aghi. Questo è uno dei motivi che la spinsero verso un’altra direzione, ovvero la creazione e il lancio dell’impresa Theranos.

Il suo percorso di studi si dirige verso l’ambito della chimica che lei ha completato presso l’Università di Stanford. Già matricola, Elizabeth Holmes venne nominata “rappresentante degli studenti” ricevendo lo stipendio di  3.000 dollari, soldi che, di sua spontanea volontà, decise di donare all’istituto per consentire la creazione di nuovi laboratori di ricerca e permettere lo sviluppo di progetti scientifici.

La conoscenza del mandarino aiutò Elizabeth Holmes a ottenere uno stage presso Genome Istitute a Singapore. Lì, il suo impegno si è diretto allo studio della SARS, l’epidemia espansa a livello globale nel 2002. In questo ambiente Elizabeth Holmes iniziò a rendersi conto di come il sistema dei prelievi del sangue fosse rimasto indietro.

Nel 2003, all’età di 19 anni, cominciò a ideare Theranos. In questo progetto Elizabeth decise di impiegare tutti i risparmi che i genitori avevano messo da parte per i suoi studi. Ad appoggiarla e aiutarla c’è sempre stato il suo professore Robertson che ha creduto fin da subito nel progetto di Elizabeth. Il professore ha definito la sua studentessa come una creatura visionaria che, attraverso Theranos, sarebbe stata in grado di portare una vera e propria rivoluzione nell’ambito della medicina.

elizabeth-holmes-theranos

Elizabeth Holmes, con Theranos, ha ideato un sistema del tutto innovativo riguardante il prelievo del sangue senza l’impiego di aghi o siringhe. Questi strumenti che incutono terrore in molte persone, presto saranno sostituiti da una semplice ed indolore puntura sul polpastrello di un dito.

Lo strumento, creato e brevetto da Elizabeth Holmes, è in grado di rilevare tutti i valori attraverso un’unica goccia di sangue. La startup Theranos è in grado di ricavare tutte le informazioni necessari tramite la piccola goccia di sangue. Attualmente l’ingegnoso sistema creato dalla Holmes è disponibile presso la catena farmaceutica Walgreens, la maggiore catena farmaceutica degli Stati Uniti.

Una piccola goccia, cambia tutto. A Theranos, stiamo lavorando per plasmare il futuro del test di laboratorio. Ora, per la prima volta, il nostro laboratorio ha ottenuta il certificato CLIA.

Questa è la citazione ufficiale che appare sul sito di Theranos. La certificazione CLIA è stata assegnata a Theranos aver creato il dispositivo rivoluzionario, in grado di eseguire i test del sangue in modo rapido e preciso su piccoli campioni come una goccia. La startup Theranos Nanotainer preleva dal corpo umano una piccolissima goccia di sangue che può essere utilizzata per effettuare 30 esami. 

Secondo un intervista rilasciata a Wired  Elizabeth Holmes rivela:

Moltissime persone decidono di non fare i prelievi perché hanno paura delle siringhe, mettendo a rischio la propria saluta. Altri invece rifiutano di  recarsi nei centri specializzati, spendere soldi e attendere molto tempo per avere una risposta. Serviva un test che non facesse uso di siringhe, disponibile ed effettuabile presso le farmacie e che desse risultati in poche ore dal prelievo con un risparmio notevole di tempo e denaro. Serviva una vera rivoluzione nell’ambito dei prelievi tradizionali.

Il tempo è essenziale e importante. Una malattia scoperta in anticipo permette d’intervenire tempestivamente e spesso, salvare una vita umana.

Attualmente Theranos vale 9 miliardi di dollari e conta circa 500 dipendenti impegnati quotidianamente. Il patrimonio di Elizabeth Holmes invece si aggira intorno alla cifra di 4,5 miliardi di dollari.

Il sogno che Elizabeth Holmes vorrebbe raggiungere in un futuro recente è quello di  contribuire e aiutare la ricerca sul cancro. I suoi studi si stanno concentrando in questo ambito per consentire un intervento più tempestivo per permettere di agire immediatamente sulla malattia. 

In questo video Elizabeth Holmes spiega che la perdita di suo zio a causa del cancro sulla pelle l’ha spinta a prendere a carico e dirigersi verso questa nuova sfida per cercare di agire e fermare la perdita delle persone care morte a causa del cancro.

photo credits: EuropaQuotidiano, Ieet, CEOWord, InternalMedicine

Most Popular

To Top