Peter-Diamandis
Home

Peter Diamandis, fondatore di X Prize

Peter Diamandis, il cinquantaduenne ingegnere, fisico e imprenditore greco-americano, è fondatore e CEO di X Prize Foundation.

Oltre a questo Peter Diamandis ha fondato ben 14 società e donato 10 milioni di dollari per trovare soluzioni ai numerosi problemi globali che infliggono il nostro pianeta .

Ha un ottimismo contagioso, che diventa una profezia che si auto-avvera.  A ogni persona che incontra dice che ha un ruolo fondamentale per il successo della propria organizzazione e ogni progetto che vorrebbero intraprendere può trasformare il mondo” dice il saggista statunitense Ray Kurzweil nei confronti di Diamandis.

Peter-Diamandis-piccolo

 

Peter Diamandis è nato il 20 Maggio del 1961 nel Bronx (New York). I genitori, entrambi immigrati dalla Grecia, hanno lavorato nel settore medico. Fin da piccolo, Peter aveva espresso un vivo interesse per l’esplorazione dello spazio. All’età di 8 anni, infatti, iniziò a leggere libri legati all’argomento. Il primo allunaggio dell’Apollo 11 e la difficoltosa missione dell’Apollo 13  alimentavano ancora di più il sogno d’astronauta di Peter. Mentre il quasi adolescente continuava a sognare, i suoi genitori lo spingevano sempre più a intraprendere la carriera del medico, in particolar modo quella di ginecologo, professione di suo padre. “Allora ho detto: ‘Va bene, cercherò di fare entrambe le cose‘” affermava Peter in un’intervista rilasciato al Forbes. All’età di 12 anni, Diamandis ha vinto il primo posto al concorso di Estes Rocket per aver costruito un sistema in grado di lanciare tre razzi contemporaneamente.

Dopo il diploma conseguito nel 1979 presso la Great Neck North High School, Diamandis frequentò per un solo anno la Hamilton College. Poi decise di trasferirsi a Massachusetts per studiare Biologia e Fisica presso l’Institute of Technology. Nel 1989, Diamandis, al secondo anno universitario, fondò l’Associazione studentesca per lo sviluppo e l’esplorazione nello spazio. Diamandis conseguì la laurea nel 1983 e si specializzò in Ingegneria aeronautica e astronautica.

Peter decise d’iscriversi alla Facoltà di Medicina di Harvard per accontentare i genitori che vedevano in lui un futuro medico. I studi in Medicina e quelli in Ingegneria aeronautica e astronautica sono sempre andati in parallelo. Oltre allo studio Peter si dedicò alla fondazione Space Generation che promuoveva progetti e programmi volti a incentivavano la cosiddetta “generazione dello spazio” (le persone nate dopo il volo dello Sputnik) all’idea di effettuare viaggi nello spazio. Durante l’ultimo anno di medicina nel 1989, Diamandis fu eletto amministratore delegato della International Space University e, insieme a Todd B. Hawley e Robert D. Richards, fondò la International Micro Space, società che si occupava del lancio di micro-satelliti.

Peter-Diamandis-zero-avatarPeter Diamandis terminò i studi in Medicina e decise di dedicarsi appieno alla sua passione, l’astronomia. Non appena trentenne, Diamandis capì che era arrivato il momento giusto di entrare nel business dello spazio. Da quel momento in poi Peter Diamandis non ha smesso di fondare società tutte con l’obiettivo di raggiungere e conoscere la galassia. L’International Micro Space, fondata durante i suoi studi universitari nel 1988 con un investimento di 2,5 milioni di dollari, ottenuti grazie a fondi privati, diventò leader nel settore. La società ottenne un contratto sostanzioso di 100 milioni di dollari da SDIO per poi essere venduta alla CTA Inc di Rockville nel 1993.

Oltre alla vendita importante della sua società si aggiunse il contratto con il programma del governo chiamato Star Wars che aveva come obiettivo il lanciare in orbita piccoli carichi utili.

Peter Diamandis è:

  • Ceo della Fondazione X PRIZE
  • Co-fondatore e presidente della Singularity University
  • CEO e co-fondatore della Zero-Gravity Corporation
  • Co-fondatore e vice presidente della Space Adventures Ltd.
  • Fondatore e presidente del Rocket Racing League 
  • Co-fondatore della International Space University
  • Co-fondatore di Planetary Resources
  • Fondatore della Students for the Exploration and Development of Space
  • Vice-presidente e co-fondatore di Human Longevity Inc.

Peter Diamandis è anche co-autore del bestseller “Abbondanza: Il futuro è migliore di quanto pensate” (Codice Edizione, 2003). Il libro, scritto insieme a Steven Kotler, afferma il potenziale della tecnologia spaziale e mette in risalto tematiche e problematiche globali, cercando di affrontarli con una luce positiva. Peter Diamandis è una persona che vede sempre il bicchiere mezzo pieno e immagina un futuro prosperoso per il nostro pianeta.

È grazie alla X Prize Foundation, una organizzazione non-profit con sede a St. Louis, Missouri (USA), che Peter riesce a collocarsi tra le 5o persone più influenti al mondo. La X Prize Foundation è stata creata per incentivare innovazioni tecnologiche radicali in vari campi. L’organizzazione ha ricevuto il premio Ansari, il più alto riconoscimento assegnato a una organizzazione, con un valore assegnato di 10 milioni di dollari. Questo premio punta a incentivare lo sviluppo dei voli spaziali a basso costo. La X Prize Foundation è la prima organizzazione non governativa capace di lanciare (due volte nell’arco di due settimane) un veicolo spaziale.

Peter ha anche ideato il Bitcoin, una moneta intelligente che elimina la necessità di passare attraverso banche, sbarazza le commissioni delle carte di credito, quelli del di cambio valuta, le spese di trasferimento di denaro e riduce la necessità di tutela legale nel processo delle transizioni.

Inoltre, Peter, con a un gruppo di ricercatori, sta progettando macchine in grado di guidare da sole. Nel giro di pochi anni quest’idea si prospetta di diventare realtà.

La Human Longevity Inc. (HLI), fondata a marzo del 2014, è la start-up che attualmente sta tenendo occupato Diamandis. Con Craig Venter, Robert Harir e altri ricercatori, l’imprenditore sta lavorando all’estensione dell’aspettativa di vita. Per il progetto è stato investito un budget iniziale di 70 milioni di dollari. La Human Longevity mapperà oltre 40.000 genomi di persone sane e malate, vecchie e giovani, al fine di costruire un ampio database per studiare la variabilità genetica umana. Altri genomi saranno raccolti dagli organismi che vivono in simbiosi con noi come batteri e funghi.

L’imprenditore Peter Diamandis non ha mai dimenticato il suo sogno da piccolo. Grazie ad esso è riuscito a fondare il suo business di successo.

Per Peter: “Gli obiettivi super-ambiziosi tendono a unificare e dare la giusta energia alle persone; questi obiettivi diventano un successo solo se ci si crede veramente.”

Photo credits: Fortune, DrBloblog, Diamandis

Most Popular

To Top

Iscriviti alla newsletter

Successo-Pop-Up

Sarai informato sulle Prossime Pubblicazioni
e i Grandi Eventi in Programma



Acconsento al trattamento della privacy