Kris-sanchez
Comunicazione

Kris Sanchez e il successo su Twitter

Kris Sanchez è un giovane 23-enne di New York che è riuscito a raggiungere il suo successo personale grazie a Twitter.

Kris ha trasformato il suo profilo UberFacts in un contenitore di notizie, o meglio cinguettii, che si susseguono nell’arco di una giornata.

UberFactsIn una giornata noiosa di settembre Kris, dopo aver fatto ritorno dal college, cerca di passare il tempo navigando su internet. Lo stesso giorno la decisione di creare il suo primo profilo Twitter che poi ha trasformato nella macchina da soldi chiamata UberFacts.

Il profilo di UberFacts, online da dicembre del 2009, è stato creato con lo scopo di seguire Britney Spears. Il giovane era un fans sfegatato della cantante americana e aveva il desiderio di essere seguito sui social dal suo idolo. Questo non avvenne, così Kris decise di cambiare rotta.

Il giovane ragazzo, amante dei social network, cominciò a condividere sul suo profilo Twitter notizie riprese dal web. Grazie all’aiuto degli hashtag e la condivisione di notizie con una frequenza di  15 minuti da tweet a tweet, fece aumentare a dismisura il numero dei followers (seguaci). Kris capì che si trattava di una strategia vincente che l’avrebbe portato a essere conosciuto sui social network.

Nonostante questo, in alcune interviste rilasciate, Kris Sanchez ha rivelato di non aver mai immaginato che dei semplici tweet gli avrebbero consentito di raggiunto un successo simile. Attualmente il profilo di UberFacts è seguito da quasi 10 milioni di persone che sono continuamente attivi, condividendo e interagendo con l’inventore di questa macchina da soldi. Grazie al questo profilo Twitter, Kris riesce a guadagnare oltre 500.000 dollari all’anno. Il ragazzo è attivo sui social sette giorni su sette e attualmente pubblica una notizia ogni 30 minuti. Ai 10 milioni di follower di Twitter si aggiungono 1,4 milioni di fan sulla pagina Facebook e i 510 mila seguaci su Instagram.

Kris, oltre a essere impegnato nel raccogliere aneddoti interessanti e notizie bizzarre dal web, riesce anche a mettersi in contatto con aziende che li chiedono di twittare un messaggio di 140 caratteri contenete il link di questi sponsor. È grazie a questi link che Kris Sanchez riesce a trarre i suoi guadagni economici. Nell’arco di un anno, grazie a questi cinguettii (circa 60-70 al giorno) il giovane guadagna per la precisione 568.000 dollari all’anno. L’applicazione UberFacts, lanciata da poco, consente agli utenti che navigano dal cellulare di commentare notizie e condividerle con gli amici. Da quest’applicazione Kris Sanches riesce a ricavare dalle entrate pubblicitarie circa 60 mila dollari.

Kris-Sanchez-profilo-twitterNon sempre le cose sono andate per il verso giusto! Kris, dopo aver abbandonato l’università, trovò il modo di riempire le sue giornate passando ore e ore davanti al computer, condividendo e twittando messaggi. Vedendo il suo moto: “Io sono Uberfact, non sono un robot” numerose persone si sono chieste come sia possibile controllare un numero così ampio di messaggi senza avere uno staff alle spalle. Molte volte, infatti, UberFacts ha subito attacchi ed è stato accusato per lo scarso controllo delle fonti e per twittare notizie non veritiere. Kris Sanchez è riuscito ad affrontare le accuse con una citazione di Nietzsche: “Non ci sono fatti, solo interpretazioni“.

Questo non è l’unico problema che Kris Sanchez ha dovuta affrontare. Per ben tre volte il profilo di UberFacts ha subito l’attacco degli hacker che si sono impadroniti del suo profilo, prendendone il completo controllo e pubblicando notizie che hanno creato confusione.

Attualmente il ragazzo continua a trascorrere intere giornate twittando, presto, però, vorrebbe scrivere un libro per raccontare la sua incredibile esperienza. Oltre a questo ha il sogno di diventare un produttore di programmi televisivi.

Photo credits: BuzzFeed,

Most Popular

To Top

Iscriviti alla newsletter

Successo-Pop-Up

Sarai informato sulle Prossime Pubblicazioni
e i Grandi Eventi in Programma



Acconsento al trattamento della privacy