Evan-Spiegel
Comunicazione

Evan Spiegel, il creatore di Snapchat

Evan Spiegel è il creatore di Snapchat, l’applicazione che consente di condividere foto e video solo per un brevissimo periodo di tempo.

Con Bobby Murphy, Evan è riuscito a creare il servizio di chat, l’unico in grado di fare concorrenza a WhatsApp.

evan-spiegel-snapchat

Evan Spiegel è nato a Los Angeles il 4 giugno 1990 da Melissa Ann Thomas e John W. Spiegel, due avvocati di successo. E’ cresciuto a Pacific Palisades (California) dove frequentò la chiesa episcopale e studiò presso la scuola d’Arte e delle scienze di Crossroad. I suoi studi proseguirono presso l’Otis College sempre nell’ambito dell’arte e design. Durante la sua carriera di studente Evan lavorò a Città del Capo per un’azienda medica. All’età di 17 anni iniziarono i primi capricci tipicamente adolescenziali che causarono una piccola rottura nel rapporto con il padre. Evan Spiegel scrisse una lettere al padre dove le chiedeva di comprarli una BMW dal costo di 50.000 dollari come ricompensa per il duro lavoro fatto a scuola. Anche se i genitori guadagnavano oltre 2 milioni di dollari all’anno, optarono a non accontentare il giovane che reagì in modo scontroso.

Il 2011 è stato l’anno della svolta. Evan Spiegel studiava all’Università di Stanford e lì diventò amico di Reggie Brown e Robert Murphy, due giovani studenti con il pensiero di affermarsi nell’ambito della tecnologia. Snapchat, inizialmente chiamata Pictaboo, faceva parte del progetto realizzato per la tesi di laurea di Spiegel. Il giovane voleva offrire una piattaforma alternativa a Facebook che poteva permettere di condividere immagini e video, con un maggior riguardo alla tutela della privacy. L’idea fu accolta con scetticismo persino dai suoi compagni di corso che non credevano nelle potenzialità dell’app.

Snapchat è un servizio di messaggistica istantanea disponibile per smartphone e tablet che consente di inviare ai propri amici messaggi di testo, foto e video che possono essere visualizzate solo nell’arco temporaneo che va da 1 a 10 di secondi. Trascorso questo tempo, il messaggio inviato o la foto sparisce non offrendo la possibilità a chi la riceve di salvare o conservare niente sul proprio cellulare. Oltre a questo, una volta che la foto scompare dal display è come se fosse stata eliminata, o mai ricevuta, senza lasciare così nessuna traccia. È questo il segreto del successo di Snapchat che, nel 2013, ha raggiunto quota 3o/50 milioni di messaggi inviati al giorno, diventando l’unico concorrente al leader imbattibile WhatsApp.

Secondo il fondatore la sua app ha rivoluzionato il mondo di Internet; Snapchat ha cambiato la percezione dei messaggi cancellati. Generalmente online si cancellavano ciò che ci poteva mettere in imbarazzo. L’app, invece, elimina ogni cosa inviata, a prescindere che si tratti di cose belle o brutte, imbarazzanti o meno.

Visti gli ottimi risultati della app e il numero crescente degli utenti che scelgono di utilizzarla, nel giro di cerca 4 anni di vita Snapchat ha raggiunto un valore di 10 miliardi di dollari. Le offerte arrivarono sia da Google che da Facebook, ma i fondatori le hanno scartate tutte. Persino Alibaba, il leader cinese del commercio online, ha lanciato da poco la sua offerta per l’acquisto di Snapchat. Con un investimento di oltre 200 milioni di euro, Alibaba si sta preparando a entrare nel mercato delle chat.

Al momento l’app di Snapchat vive grazie ai finanziamenti ottenuti da aziende private e, così come WhatsApp, il servizio è gratuito e senza pubblicità. Lightspeed Venture Partners, VC, Benchmark Capital, Institutional Venture Partners sono solo alcuni dei nomi dei finanziatori di Snapchat. Secondo le ultime stime, attualmente il valore di Snapchat si aggira intorno a 15 miliardi di dollari.

Evan spiefel-bobby-murphy

Gli inventori di Snapchat non hanno alcun’intenzione di vendere la loro creatura di successo. Solo poche settimana fa i giornali americani pubblicavano la notizia riguardante l’intenzione di Snapchat di aprire il capitale a nuovi investitori per sostenere e aumentare ancora di più la crescita del loro gruppo. Snapchat è considerata una delle start up di maggior successo al mondo e secondo la rivista Forbes il ventiquattrenne  Evan Spiegel  è il più giovane miliardario al mondo con un patrimonio personale che si aggira intorno a 1,5 miliardi di dollari.

Photo credits: MontgomerySummit, Daily Mail, Forbes

Most Popular

To Top