henry-ford
Home

Henry Ford e la sua storia

Henry Ford è uno degli imprenditori più noti nella storia dell’umanità.

L’imprenditore riuscì a fondare la Ford, una delle case automobilistiche più antiche e rinomate dei nostri tempi.

henry-ford-giovane

Henry Ford nacque il 30 luglio del 1863 in una fattoria di Dearborn (Michigan). Suo padre, William Ford aveva origini irlandesi mentre la madre Mary Ford nacque a Michigan da immigranti del Belgio. La madre di Henry Ford, rimanendo orfana da piccola,  fu adottata dai suoi vicini di casa.

Il piccolo Henry Ford aveva la passione di riparare orologi da tasca. A 13 anni iniziò a guadagnare i suoi primi soldi grazie alle riparazione di orologi di amici e vicini di casa. Nel giro di poco tempo, guadagno la reputazione di riparatore d’orologi. Ogni domenica lui e la sua famiglia si recavano regolarmente nella chiesa episcopale della loro zona.

La madre morì nel 1876 provocando in lui uno stato di devastazione e dispiacere immenso. Suo padre li chiese di aiutarlo nella fattoria di famiglia e Ford rifiutò perché disprezzava i lavori agricoli. Qualche anno dopo scriverà: “Non ho mai avuto un particolare amore per i lavori agricoli, però amavo osservare mia madre mentre lavorava in fattoria.”

Nel 1879, appena 16-enne, decise di lasciare casa per lavorare come apprendista macchinista a Detroit, prima con la compagnia James F. Flower & Bros. e più tardi con la Detroit Dry Dock Co. Questi lavori gli consentirono d’apprendere le prime conoscenze nell’ambito dell’automobilistica. All’epoca le automobili in circolazione erano ben poche però il futuro prometteva forti crescite. Ford non aveva ben a mente quello che voleva fare e mai poteva provvedere di riuscire a mettere in piedi un’industria di successo, sapeva, però, di amare il settore automobilistiche e svolgeva il suo lavoro con il massimo entusiasmo. Solo dopo qualche anno di lavoro, nel 1882 tornò nella sua Dearborn nella fattoria di famiglia. Lì diventò abile a far funzionare e riparare le macchine agricole di suo padre. Quelle macchine agricole erano prodotte da Westinghouse che lo assunse per riparare i motori a vapore dell’azienda. Oltre al lavoro, Ford si dedicò anche agli studi di contabilità presso la Bryant & Stratton Business College di Detroit.

henry-ford-e-moglieNel 1888 Henry Ford sposò Clara Ala Bryant dalla quale ebbe un figlio, Edsel. Visto che le responsabilità aumentarono e i soldi guadagnati erano pochi decise di abbandonare il lavoro e fu assunto dalla società di elettricità Edison Illuminating Company nel ruolo d’ingegnere. Nel 1893, il suo talento naturale gli valse la promozione come capo ingegnere.

Durante quel periodo Henry Ford si dedicò alla costruzione di un’automobile con il motore a combustione interna inventato da Karl Benz e Gottlieb Daimler pochi anni prima. Ford presentò ai dirigenti della Edison il suo primo prototipo di quadriciclo che costruì nel garage di casa sua. Il mezzo innovativo fu sperimentato su strada il 4 giugno 1896 e Thomas Edison, il genio della lampadina, ne fu entusiasta tanto da incoraggiarlo a costruire un secondo modello.

Nel 1898, Henry Ford riuscì a costruire un nuovo modello, questa volta finanziato da una compagnia di legname del barone William H. Murphy di Detroit. Ford si dimise dalla Edison e lavorò per la Detroit Automobile Company. Dopo tre anni prese la decisione più importante della sua vita, ovvero fondare la Ford Motor Company a Dearborn. Con lo scopo principale di contenere i prezzi dei beni prodotti attraverso la riduzione dei tempi di lavorazione, Henry Ford introdusse un sistema di lavoro della catena di montaggio. Si trattava di un sistema del tutto innovativo, passato nella storia perché consentiva la produzione di massa di automobili che, nel giro di pochi anni, sarebbero diventate accessibili anche economicamente. Henry Ford riuscì a modificare gli standard della produzione industriale mondiale nella prima metà del XX secolo.

prima-fabbrica-della-fordAnche se non fu lui a inventare l’automobile, riuscì a cambiare la storia del mezzo di trasporto. Henry Ford deteneva il 25,5% delle azioni e ricopriva due ruoli differente all’interno della sua azienda, quello di vice presidente e capotecnico. All’inizio solo due o tre uomini lavoravano per costruire una vettura e la produzione giornaliera era di pochi pezzi. Inoltre le componenti utilizzate per la loro produzione provenivano da aziende esterne. La prima auto costruita dalla società venne venduta il 23 luglio 1903 e Henry Ford riuscì a realizzare il suo sogno di produrre un’automobile dal prezzo ragionevole, affidabile ed efficiente. Si trattava della prima auto chiamata Model T, Lizzie per gli americani, che segnò una nuova era nell’ambito del trasporto personale. L’auto era semplice, disponibile solo di colore nero, fu la prima dell’azienda a essere prodotta su grande scala.

ford-model-t

Le cose procedevano a ritmo accelerati e nel 1919 Henry, insieme a suo figlio Edsel, acquisì le azioni degli altri azionisti per la somma di circa 106 milioni di dollari, diventando così l’unico proprietario della sua azienda. Suo figlio Edsel, continuò a occupare la posizione di presidente fino a 26 maggio 1943 quando morì a causa di un tumore. Henry Ford decise di ritornare alla guida della società. La Ford ha continuato a produrre innumerevoli modelli che l’hanno fatta diventare una delle industrie di maggior successo del mercato automobilistico.
Henry Ford abbandonò la carica di Presidente della Ford a settembre 1945, lasciando tutto nelle mani di suo nipote Henry Ford II. Dopo essersi ritirato, ricevette numerosi premi come l’American Automotive Golden Jubilee per il suo importante apporto al settore automobilistico, mentre l’American Petroleum Institute gli assegnò la sua prima medaglia d’oro per il prezioso contributo al benessere dell’umanità. L’imprenditore morì a Dearborn il 7 aprile 1947 all’età di 83 anni. Per Henry Ford: “Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo.”
L’attualmente CEO dell’industria è Mark Fields.


photo credits: OpheliaSdsu, PhilanthropyRoundTable, Edison&Ford, liceoBerchet, CarlustBlog

Most Popular

To Top