Jamie Oliver
Cucina

Jamie Oliver: il successo di un’alimentazione sana

Jamie Oliver, noto chef inglese, è famoso per aver scritto e venduto milioni di libri di cucina e per aver gestito lo show televisivo The Naked Chef.

”Ho potuto iniziare a cucinare in tenera età. Semplicemente perché mi piaceva farlo.”

Jamie Oliver

La personalità sfacciata di Jamie Oliver, l’uso costante della parola ”pukka” (che nello slang inglese indica qualcosa di ”assolutamente genuino” o di altà qualità), la vendita di milioni di libri di cucina, hanno fatto di Oliver un personaggio estremamente noto. Ha aperto un ristorante, diretto diversi spettacoli televisivi, e rivoluzionato l’approccio all’alimentazione nelle scuole nel Regno Unito.

Nato il 27 maggio del 1975 e cresciuto a Clavering, Essex, ha iniziato in tenera età a cucinare. Quando aveva 11 anni ha iniziato tangliando verdure, in seguito ha frequentato la Newport Grammar School, per poi abbondonare gli studi all’età di sedici anni. Più tardi ha completato la sua formazione per poi frequentare il Westminster Kingsway College. Il suo primo impegno professionale nel settore della cucina si è svolto nel ristorante Yard di Antonio Carluccio, dove ha acquisito competenze per la cucina italiana. Oliver ha poi proseguito la sua carriera al The River Café, Fulham, come assistente-chef.

E’ in questo periodo, all’età di 16 anni che inizia a frequentare il Westminster Catering College. Successivamente ha lavorato in Francia, immergendosi nella cultura e imparando il più possibile la cucina del posto.

Jamie OliverMentre lavorava nel ristorante di Antonio Carluccio, ha conosciuto Gennaro Contaldo, che insieme a Carluccio gli ha fatto da mentore. Al River Cafe di Londra, Oliver ha lavorato per circa 3 anni, assumendo una posizione che gli avrebbe cambiato la vita per sempre. E ‘stato qui che Jamie Oliver ha imparato tutto sulla realizzazione di piatti freschi,  genuini e assolutamente deliziosi. Non solo; in quel periodo Jamie Oliver è stato notato dal canale televisivo della BBC (1997). Quell’anno, il suo show The Naked Chef ha debuttato e il suo primo libro di cucina pubblicato ha raggiunto la posizione n° 1 tra i best-seller nel Regno Unito. Quello stesso anno, Oliver è stato invitato a preparare il pranzo per il primo ministro Tony Blair al numero 10 di Downing Street.

Nel luglio del 2000, Oliver si è sposato con l’ex modella Juliette Norton. La coppia si incontrò nel 1993 e diedero alla luce quattro figli: Poppy Honey Oliver Rosie (18 marzo 2002), Daisy Boo Pamela Oliver (10 aprile 2003), Petal Blossom Rainbow Oliver (3 aprile 2009) e Buddy Bear Maurice Oliver (15 settembre 2010).

Sempre nel 2000, Jamie Oliver diventa il volto della catena Sainsbury  del Regno Unito, attraverso un contratto di 2 milioni di dollari all’anno. Dopo 11 anni la partnership tra Oliver  e la Sainsbury si consluse.

Oliver ha poi fondato la Fifteen nel 2002: ogni anno, quindici giovani adulti con uno stile di vita svantaggiato, con la fedina penale sporca, o che avessero abusato di droghe, venivano assunti come apprendisti nel settore della ristorazione. Oliver ha concepito e istituito il ristorante Fifteen per beneficenza. Dopo il successo del ristorante nato a Londra, altre sedi di Fifteen hanno aperto in tutto il mondo: Amsterdam, dicembre 2004, Cornwall a Newquay, maggio 2006 e Melbourne, settembre del 2006, gestiti dall’ amico, chef e collega australiano di Oliver, Tobie Puttock.

Nel 2005, Jamie Oliver ha avviato una campagna chiamata Feed Me Better al fine di spingere gli studenti inglesi  a nutrirsi con cibi sani ed evitare il cibo spazzatura. Il governo britannico ha poi promesso di affiancare la questione. Spostandosi in ambito politico, Oliver, ha portato cambiamenti nel seguire una nutrizione più salutare, guadagnandosi il titolo di “figura politica più stimolante del 2005”.

Jamie Oliver

Oliver ha poi avviato una campagna per vietare formalmente il cibo malsano nelle scuole britanniche e per portare i bambini a mangiare cibi nutrienti. Gli sforzi di Oliver per portare un cambiamento radicale del sistema della distribuzione e della preparazione dei pasti scolastici, è stato raccontato nel documentario Jamie School Dinners, dove la ”cultura” dei cibi spazzatura è stata altamente contestata, dimostrando che le scuole potevano servire pasti economicamente accessibili ma maggiormente sani.

Jamie Oliver è attualmente redattore per la rivista britannica GQ. Ha scritto un libro sullo show The Naked Chef  oltre a vedendere milioni di libri con ricette di cucina. Suona la batteria con i suoi ex-compagni di liceo in una band chiamata Scarlet Division. I suoi genitori possiedono e gestiscono un pub di successo chiamato The Cricketers. Il suo duro lavoro e la promozione del programma di alimentazione Jamie School Dinners è stato possibile grazie anche alla conoscenza con Tony Blair.

Photo credits: www.bigissue.com – www.startwish.ru – www.bt.dk – www.fasos.org

Most Popular

To Top

Iscriviti alla newsletter

Successo-Pop-Up

Sarai informato sulle Prossime Pubblicazioni
e i Grandi Eventi in Programma



Acconsento al trattamento della privacy