Alain Ducasse
Cucina

Alain Ducasse: un successo globale

Alain Ducasse è un’importante icona nel settore della cucina da decenni, ha aperto moltissimi ristoranti in varie città del mondo, scritto libri, e si occupa di fare formazione presso alcune scuole di cucina.

”E’ una storia d’amore la cucina. Bisogna innamorarsi dei prodotti e poi delle persone che li cucinano.”

Alain Ducasse

Uno dei suoi più noti ristoranti è ”Alain Ducasse al Dorchester” che detiene il top ranking a 3 stelle nella Guida Michelin. Il nome di Alain Ducasse è diventato ormai un noto sinonimo di una cucina raffinata.

Nato a Orthez, Alain Ducasse, cresciuto ed educato in una fattoria a Castel-Sarrazin nel sud-ovest della Francia, ha iniziato il suo lungo percorso culinario nel 1972 intraprendendo un apprendistato presso il ristorante Pavillon Landais a Soustons. Anche se egli sembrerebbe aver iniziato il suo percorso ancora prima, il 13 settembre del 1956 a Castelsarrasin, nel sud ovest della Francia dove è nato. Partendo poi dal suo apprendistato, Alain Ducasse ha proseguito per la sua strada attraverso numerose e svariate cucine francesi, e alla fine ha raggiunto la sua meta al Moulin de Mougins dove ha iniziato a lavorare creativamente con i contorni della cucina provenzale per la quale è ora così particolarmente conosciuto.

Raggiunta presto la posizione come capo cuoco, è bastato poco tempo a Ducasse per ottenere le sue prime 3 stelle Michelin come executive chef de La Terrasse a Juan-les-Pins nel 1984. Come chef di cucina presso l’Hôtel de Paris di Monte Carlo, Ducasse con il suo impegno e la sua passione per la cucina ha fatto in modo che quello per il quale lavorava diventasse uno dei primi ristoranti a guadagnare tre stelle nella storia della Guida Michelin.

Alain Ducasse avrebbe poi mantenuto forti i legami con il mondo dell’Hôtel de Paris, aprendo successivamento il suo albergo in Provenza nel 1995 e a seguire altri suoi ristoranti in alberghi da Parigi fino a New York City per l’Essex House Hotel.

Alain Ducasse ha inoltre lavorato presso scuole di cucina, scritto libri di cucina, e diretto attività di consulenza, ha registrato ricavi per oltre 15900000 $ nel 2002. Da quel momento, Alain Ducasse ha ampliato ulteriormente la sua posizione professionale. Ducasse ha infatti aperto anche una scuola di cucina per il grande pubblico a Parigi e un’altra per cuochi (ADF). Non solo; egli si è infatti occupato di aprire una cucina appositamente per l’Agenzia Spaziale Europea in modo da realizzare pasti adatti gli astronauti che avrebbero poi navigato nello spazio.

Nel 2005, Alain Ducasse ha aperto il suo primo ristorante asiatico a Tokyo, in Giappone.

A Tokyo i ristoranti si sono poi estesi, ne ha aperti altri a Las Vegas, e questo ha condotto Ducasse a scrivere un ulteriore gran numero di libri di cucina; testi importanti per tutti i cuochi in formazione nelle cucine di tutto il mondo. Alain Ducasse ad oggi sta lentamente costruendo la sua strada verso una versione culinaria nota in tutto il mondo.

Ducasse è stato anche ospite nell’edizione americana e italiana dello show televisivo MasterChef.

Alain Ducasse segue una linea di pensiero per la quale in cucina ciò che più conta non è tanto l’abilità dello chef quanto la scelta dei prodotti; infatti più questi saranno freschi e sani più il risultato del piatto da preparare sarà un successo. Ducasse inoltre sostiene che anche una vasta gamma di competenze è senz’altro un altro strumento importante. Le competenze si acquisiscono anche con il confronto tra colleghi e chef differenti.

Alain Ducasse

Al giorno d’oggi questo genio culinario è più CEO che cuoco, dal momento che  supervisiona egli stesso le operazioni giorno per giorno della sua Alain Ducasse Group, azienda e ambito imprenditoriale che comprende i suoi ristoranti, pensioni, scuole di cucina, e attività di consulenza. Il gruppo operativo attualmente non mostra alcun segno di rallentamento, al contrario il lavoro si sta ampliando sempre di più. Alain Ducasse ora dispone di 14 ristoranti in sette paesi, tra cui Francia, Inghilterra, Stati Uniti, Libano, Giappone, Mauritius, e Saint-Tropez, facendo di lui il primo chef francese ad aver ottenuto un successo di livello globale.

Photo credits:  www.college-culinaire-de-france.fr – vzglead.md

Most Popular

To Top