Comunicazione

MAX REPICI: il Successo di un Uomo Divergente

Max Repici è un professionista creativo che lavora principalmente nell’ambito della comunicazione e dell’organizzazione di eventi.

A soli 17 anni avvia la sua prima attività nel campo della comunicazione e degli eventi, fondando un’associazione che in breve tempo trova un grandissimo riscontro, ottenendo importanti sponsorizzazioni di grandi realtà internazionali come Adidas e EMI.

max repiciConvinto da sempre che non un grande imprenditore non diventerà mai tale senza passare da qualche fallimento sviluppa tutte le sue passioni in business spesso di successo come nel caso del progetto Over Dream con cui ha progettato e sviluppato serbatoi supplementari per combustibili e liquidi da implementare nei mezzi “fuoristrada”.

Dopo i 20 anni ha iniziato il suo percorso nella formazione facendola diventare una delle sue principaai passioni insieme ai viaggi avventura e a tutto ciò che il marketing e la comunicazione.

Nel 2008 Max Repici incontra Dan Bogiatto, un formatore di fama internazionale, autore di alcuni best seller su “come liberarsi dal sistema vivere dove si vuole”, nonchè imprenditore e speaker internazionale.

Da questo incontro nasce una straordinaria collaborazione che vive ancora oggi e che ha portato Max Repici a diventare un riferimento importante di tutto il Bogiatto Group per cui sviluppa le operazioni di marketing e di cui è diventato Master Trainer, conducendo gli allievi dei corsi negli straordinari ed unici eventi formativi esperienziali “Hero Camp”, della durata di una settimana.

Secondo Max il problema principale degli imprenditori, in particolari quelli italiani, è l’incapacità di inserire nelle proprie attività i valori e le passioni che contraddistinguono la loro vera indole, portandoli troppo spesso ad isolarsi e rimanere schiavi delle proprie aziende e della propria caratura.

Proprio per questo, insieme con Dan Bogiatto, sua moglie Jenny e tutto il gruppo è protagonista di Tribeke società di formazione ma anche movimento in cui la mission è quella di aiutare imprenditori ma anche persone di ogni genere a vivere la vita come vogliono e dove vogliono.

max repici e Tribeke

 

Sopravvivenza nel deserto, percorsi di training a -25°, orientering nella foresta amazzonica sono alcune delle prove per i nostri Tribeker.

L’obiettivo è quello di scoprire i veri talenti che sono dentro alle persone, facendo emergere le vere capacità, senza quegli schemi che vengono trasmessi e spesso inculcati fin da bambini.

In Tribeke esiste un mix perfetto di docenti, trainer e coach che nessuna altra società di formazione può vantare di avere perché in tutto il panorama della formazione “classica” tutte queste figure insegnano come gestire la propria vita e il proprio business all’ interno del sistema. Nel team di Tribeke esiste invece un team di professionisti, tutti Tribeker di eccellenza, specializzati per formare ed allenare altri Tribeker.

I trainer e i coach sono infatti solo ed esclusivamente Tribeker che vivono e condividono questo modello di vita e di business al massimo delle possibilità e che sono formati e preparati continuativamente dalla scuola interna Tribeke.

max repici e TribekeQuello che persegue Max Repici e tutto il gruppo di Tribeke è un successo che sia duraturo perché ottenerlo nel breve tempo può essere facile per alcuni ma quello che è il vero successo, richiede allenamento e consapevolezza!

Attraverso le attività di Tribeke le persone vivono vere esperienze e sfide in cui l’avventura diventa la leva per realizzare il successo nel proprio business e nella vita di tutti i giorni.

 

Il pensiero divergente e la capacità di trasformare qualsiasi ostacolo in un’opportunità sono gli elementi che contraddistinguono Max Repici e grazie ai quali è stato capace di realizzare grandi risultati sviluppando le campagne marketing per le grandi ed importanti aziende clienti del Bogiatto Group.

Max Repici ha una figlia, Maya, nata negli Stati Uniti di America e alla quale ha voluto a tutti i costi dare la doppia cittadinanza e con la quale vive, insieme alla moglie Lorella tra USA e Italia.

Il suo motto è “Se possiamo sognarlo, possiamo farlo

 

 

 

Most Popular

To Top