Comunicazione

PAOLO CREPET: Senza passione non c’è una vita

Paolo Crepet è un noto Psichiatra, Sociologo, Educatore, Scrittore e Opinionista italiano. La sua carriera inizia subito dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia a Padova nel 1976, nel 1980 consegue anche la Laurea in Sociologia e successivamente nel 1985 ottiene la Specializzazione in Psichiatria, “come scelta estrema in una grande stagione culturale”. Fin da subito si dimostra particolarmente attento ai temi che vive in prima persona. L’esperienza come Medico ricercatore presso l’Ospedale Psichiatrico Provinciale di Arezzo nell’ambito della “Prevenzione delle Malattie Mentali”, lo porta a scrivere saggi intitolati: “Ipotesi di pericolosità. Ricerca sulla coazione nell’esperienza di superamento del manicomio di Arezzo” e “Psichiatria senza manicomio. [Epidemiologica critica della Riforma]”.

Lo Psichiatra veneziano Franco Basaglia è stato ispiratore di quella che nel 1978 viene approvata come Legge 180 o Legge Basaglia, una riforma innovativa che introduce un’importante revisione degli ospedali psichiatrici in tutta Italia e promuove notevoli trasformazioni nei trattamenti sul territorio. In Franco Basaglia, amico e collega di suo padre nell’Università di Padova, Crepet trova un mentore, un mentore della cui potenza rimane straordinariamente affascinato e grazie al quale scopre cosa significhi pensare con la propria testa, per ricercare un’individualità insita in se stessi. Secondo Paolo, fare lo Psichiatra, come lo scrittore, significa intraprendere l’arte di rimuovere gli ostacoli alla felicità.

Dal 1997 ad oggi, Paolo Crepet, ispirato da grandi esperienze e conoscenze, ha pubblicato quasi 30 libri di narrativa e innumerevoli saggi, sia in riviste italiane che internazionali, affrontando temi come solitudine, sentimenti, coraggio ed educazione, con particolare attenzione e sensibilità alle problematiche giovanili. Dal 2013 è ideatore e consulente di “Progetto Geranio” a Torino e uno dei testimonial di “Giù le mani dai bambini”, campagna di sensibilizzazione contro la disinvolta somministrazione di psicofarmaci ai minori.

“Passione” è il titolo del suo ultimo libro, pubblicato da Mondadori, un grido di dolore per la non-passione e l’apatia che dilaga negli ultimi anni. Nel testo è possibile ritrovare innumerevoli riferimenti a grandi personaggi “appassionati” tra cui il Senatore Renzo Piano, con il quale Crepet condivide altri progetti formativi, Paolo Fresu Musicista e Alessandro Michele Direttore Creativo di Gucci. “Senza passione, non c’è una vita vera né una visione del futuro, in primo luogo del proprio, l’unico modo per non arrendersi a questa perdita è invocarla, provocarla, inseguirla, raccontarla.”

Most Popular

To Top